logo osservatorio tsm
logo osservatorio tsm
09/02/2023
(09.01.2015)

MART e Univerità degli Studi di Trento – DICAM, mostra AUTOSTRADA E PAESAGGIO

Rovereto (TN), Corso Bettini 43, dal 17 gennaio all’8 febbraio 2015


Il Mart, proseguendo nella collaborazione con le realtà istituzionali che si occupano di ricerca, ospita dal 17 gennaio all’8 febbraio 2015 un progetto realizzato in collaborazione con DICAM, Dipartimento di ingegneria civile, ambientale e meccanica dell’Università degli Studi di Trento.

La mostra, a cura del professore e architetto Pino Scaglione, nasce dall'indagine commissionata all'Università di Trento da Autobrennero circa quattro anni fa e si inserisce nell'esplorazione che il Museo ha avviato nell'ultimo biennio sul tema del paesaggio e delle trasformazioni sui territori. 

Nella recente mostra Perduti nel paesaggio (4 aprile-31 agosto 2014) e nell'intera programmazione del 2014, il Museo ha approfondito l'analisi dei rapporti tra storia, architettura, territorio e delle trasformazioni del paesaggio a causa dell’azione dell’uomo.

Si tratta di temi che i visitatori ritrovano anche nella programmazione in corso: dalla grande mostra dedicata al centenario della Prima guerra mondiale “La guerra che verrà non è la prima”, a “Scenario di terra”, sul rapporto tra uomo e natura che si completa con “Project Wall” il ciclo rivolto agli artisti contemporanei e con la grande retrospettiva dedicata all'architetto e urbanista portoghese Álvaro Siza.
  
La mostra “Autostrada e Paesaggio è l'esito della prima parte di ricerche e progetti realizzati dal DICAM e dai suoi partner per delineare un futuro in cui l'autostrada rappresenti un modello di qualità dell'attraversamento e del viaggio, con un approccio ecologico che favorisca l’esperienza e la conoscenza del paesaggio. Attraverso la presentazione di progetti locali e internazionali, l'esposizione offre un ampio panorama delle prospettive di sostenibilità che la mobilità avrà nei prossimi anni.

Kengo Kuma, Jurgen Mayer H., Aranda/Lash, Weiss-Manfredi, le università di Trento, Innsbruck, Monaco, Michigan e Harvard GSD sono solo alcuni dei nomi dei progettisti e dei centri di ricerca coinvolti nella sperimentazione coordinata per oltre tre anni dal DICAM.

Video, fotografie, plastici e progetti ideati per l’autostrada A22 e per altre autostrade internazionali consentono di conoscere gli aspetti meno usuali e più avveniristici legati al tema della mobilità e dell’automobile.

Nel futuro lo spostamento sarà meno focalizzato sulla velocità e più orientato alla qualità e alla sostenibilità. Intrattenimento, sosta, esperienze artistiche, culturali, enogastronomiche faranno parte di un modo diverso di fruire delle autostrade di domani, strettamente connesse con i luoghi che attraverseranno, da valorizzare nella loro straordinarietà e unicità. Aree di servizio, barriere antirumore, sovrappassi e dispositivi per le energie alternative dovranno essere di notevole qualità architettonica e minor impatto.

La mostra offre al visitatore un'apertura, uno sguardo differente sul mondo che si trasforma rapidamente, nel quale cambia il modo di spostarsi e di viaggiare e dove la grande infrastruttura viaria, a volte percepita solo per le code o gli incidenti, si fonderà sempre più con la bellezza e le peculiarità dei luoghi che attraversa.

È evidente l'impatto socio politico portato avanti da questa ricerca che riconosce il dinamismo di uno tra i più strategici valichi centroeuropei. La A22, fin dalla sua nascita, ha voluto essere un'autostrada attenta ai valori culturali ed ecologici. 

Sulla scia di un percorso di sensibilizzazione ambientale e di attenzione all'arte contemporanea, che trova una prima tappa nell'apertura del Museo del Brennero, si inserisce la ricerca portata avanti dal DICAM e ospitata dal Mart. I valori naturalistici da riscoprire, i progetti originali di nuovi e differenti elementi lungo il percorso faranno dell'autostrada del Brennero un segmento originale e particolare del Corridoio Verde europeo, nel quale le barriere saranno architetture contemporanee, gli autogrill oasi di benessere con cibo a chilometro zero per viaggiatori su auto alimentate a idrogeno o elettriche.

La mostra è accompagnata da un volume che raccoglie questa sfida e presenta progettualità simili che, in tutta Europa, guardano al futuro puntando sulla qualità e sui valori dei territori.
Orari: martedì - domenica 10.00-18.00, venerdì 10.00-21.00, lunedì chiuso


Per informazioni          

Mart Rovereto
Corso Bettini, 43, 38068 Rovereto (TN)
Tel. 800 397760; 0464 438887
info@mart.trento.it
www.mart.trento.it